dal mondo

I viaggi a fumetti di Gud

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi, scriveva Marcel Proust (Dalla parte di Swann):

Con i suoi reportage a fumetti, Gud ha tentato di fissare sulla carta, in forma di fumetto, i suoi “nuovi occhi” di viaggiatore curioso:

«Ho imparato che un viaggio va raccontato durante il viaggio stesso. Questo perché soltanto a caldo determinate emozioni riescono a passare sulle pagine e anche perché, una volta tornato a casa, la quotidianità lavorativa sommerge tutto. Quindi ho trovato una tecnica di esecuzione rapida che mi permette di realizzare una tavola in una ventina di minuti. Di solito se una cosa mi colpisce particolarmente durante la giornata, prendo appunti veloci sulla moleskine. Poi la sera imposto la tavola con una matita blu, scrivo i testi e cerco di ridisegnare utilizzando la memoria visiva (raramente uso le foto). Poi inchiostro tutto con un paint brush, faccio una foto con l’iPhone, aggiusto i contrasti (uso la matita blu perché in questa fase sparisce) e pubblico in tempo reale sul mio blog. Soltanto tornato a casa scansiono le tavole e le sostituisco nei vari post». [leggi tutta l’intervista su Panorama]

Che dite, c’è riuscito?

Gud viaggio in Vietnam   Gud viaggio in Bretagna   Gud viaggio a Treviso

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...